mare


Prima che il sogno (o la paura) ordisse
mitologie e cosmogonie,
prima che il tempo si coniasse in giorni,
il mare, il sempre mare, era e da sempre.
Ma chi è il mare? Chi è quell'impetuoso
essere antico che rode i pilastri
della terra ed è uno e molti mari,
ed è abisso e splendore e caso e vento?
Lo scopri sempre per la prima volta
se lo guardi, e ti dà quello stupore
delle cose elementari, le belle
sere, la luna, il fuoco di un falò.
Chi è il mare? E io chi sono? Lo
saprò il giorno che succede all'agonia. Borges
  Antes que el sueño (o el terror) tejiera
  mitologías y cosmogonías,
  antes que el tiempo se acuñara en días,
  el mar, el siempre mar, ya estaba y era.

  ¿Quién es el mar? ¿Quién es aquel violento
  y antiguo ser que roe los pilares
  de la tierra y es uno y muchos mares
  y abismo y resplandor y azar y viento?

  Quien lo mira lo ve por vez primera,
  siempre. Con el asombro que las cosas
  elementales dejan, las hermosas

  tardes, la luna, el fuego de una hoguera.
  ¿Quién es el mar, quién soy? Lo sabré el día
  ulterior que sucede a la agonía. Borges aqui

L'onda
...Il d
orso ampio splende
come cristallo;
la cima leggiera
s'aruffa
come criniera
nivea di cavallo...
G.D'Annunzio


Là, in disparte da noi, in disparte dal mondo
un'onda dietro l'altra si frange sulla riva,
e sull'onda la stella, e l'uomo, e l'uccello,
e il reale, e i sogni, e la morte: un’onda dietro l’altra. 
Arsenij Tarkovskij
 
il mare d'inverno
è un concetto che il pensiero
non considera  E. Ruggeri- youtube - fotos - mereggiate in Liguria e John Surman
ci vorrebbe il mare - come è profondo il mare -

Al mare (o quasi)
Hic manebimus se vi piace non proprio
ottimamente ma il meglio sarebbe troppo simile

alla morte (e questa piace solo ai giovani). Montale

Nessun commento: