In mezzo al lago

... li in mezzo al lago erano entrambi davvero quasi immateriali, e avevano una naturale percezione della loro stessa irrilevanza."
W.G.Sebald in "Vertigini" - pag. 143 -

Un animale
è l'uomo, circonfuso
di profondo cordoglio,
avvolto in un mantello nero
di pelliccia nera
foderato
Sebald, Secondo natura - pag.54

.wgsebald.de/stamp -

"Giungemmo a Lucerna e mi condussero sul lago in barca. Comprendevo la sua bellezza, ma, nello stesso tempo, mi sentivo molto oppresso... Provo sempre un senso di pena e di inquietudine, quando contemplo per la prima volta un simile quadro della natura: ne sento la bellezza ma mi riempie di angoscia." L'Idiota di Dostoevskij

Nessun commento: