la poesia

"Tutta la poesia è una confidenza, e le premesse di qualsiasi confidenza sono la fiducia di colui che ascolta e la sincerità di colui che parla." Borges - Kodama

Robert Burns - Borges - Jonsson - Leopardi - Pascoli  - Japòn - post

"La poesía no es otra cosa que el último horizonte, que es, a su vez, la arista en donde los extremos se tocan, en donde no hay contradicción ni duda. Al llegar a ese lindero final, el encadenamiento habitual de los fenómenos rompe su lógica, y al otro lado, en donde empiezan las tierras del poeta, la cadena se rehace en una lógica nueva." Vicente Huidobro
«Los verdaderos poemas son incendios. La poesía se propaga por todas partes, iluminando sus consumaciones con estremecimientos de placer o de agonía». V.H.
Las palabras tienen un genio recóndito, un pasado mágico que sólo el poeta sabe descubrir, porque él siempre vuelve a la fuente.
El poeta os tiende la mano para conduciros más allá del último horizonte. V.H.
Inventa mundos nuevos y cuida tu palabra;
el adjetivo, cuando no da vida, mata.
aqui -

La poesia, in fondo, è già in sé una traduzione; o, per dirla in altro modo, la poesia è uno degli aspetti della psiche riversati nel linguaggio. Non è tanto che la poesia sia una forma d'arte: piuttosto, l'arte è una forma cui ricorre spesso la poesia. In sostanza, la poesia è l'articolarsi della percezione, il tradursi di questa percezione nel patrimonio ereditario del linguaggio - perché il linguaggio è, dopo tutto, il migliore strumento disponibile. da All'ombra di Dante di Josif  Brodskij
La poesia mette un punto di domanda sull'individuo stesso, sulle sue imprese e le sue certezze mentali, sul suo stesso significato esistenziale. Altra ego - I (Profilo di Clio)
L'amore è una questione metafisica che ha come scopo o il perfezionamento o la liberazione dell'anima: mondandola dalla pula dell'esistenza. Questa è ed è sempre stata l'essenza della poesia lirica. Altra ego - VII (Profilo di Clio)
Più si legge poesia, meno si tollera ogni sorta di verbosità, nei discorsi politici o filosofici come nella storia, nella sociologia, o nell'arte della prosa. La poesia, come disse una volta Montale, è un'arte inguaribilmente semantica, e fornisce scarsissime possibilità ai ciarlatani. da Come leggere un libro in Profilo di Clio, pag. 81 Josif  Brodskij 
«Citare Montale è una tentazione pericolosa, perché si trasforma facilmente in un'occupazione a tempo pieno» Brodskij, All'ombra di Dante in Il canto del pendolo.
Il poeta è un democratico nato, e non solo grazie alla precarietà della sua posizione, bensì perché provvede al nutrimento dell'intera nazione e ne adopera il linguaggio. Lo stesso fa la tragedia: da qui la loro affinità.da Il canto del pendolo Josif  Brodskij
Impregnati d'una luce rara sono i versi di Holderlin e Haller, eppure anche lì è già smarrimento, fin dove giunge il cuore. Sebald  Secondo natura - pag 94 - 3- V
Solo i poeti riescono a racchiudere in pochi versi quello che i filosofi  stanno ancora cercando.

4 commenti:

Liliana ha detto...

Arte poética

Que el verso sea como una llave que abra mil puertas.
Una hoja cae; algo pasa volando;
cuanto miren los ojos, creado sea,
y el alma del oyente quede temblando.

Inventa mundos nuevos y cuida tu palabra;
el adjetivo, cuando no da vida, mata.

Estamos en el cielo de los versos.
El músculo cuelga,
como recuerdo, en los museos;
mas no por eso tenemos menos fuerza;
el vigor verdadero
reside en la cabeza.
¿Por qué cantáis la rosa, oh, poetas?
¡Hacedla florecer en el poema!

Sólo para vosotros
viven todas las cosas bajo el sol.
El poeta es un pequeño Dios. V.H.

Liliana ha detto...

... el verso exige la pronunciación. El verso siempre recuerda que fue un arte oral antes de ser un arte escrito, recuerda que fue un canto." Borges

Liliana ha detto...

"La obra que perdura es siempre capaz de una infinita y plástica ambigüedad; es todo para todos, como el Apóstol; es un espejo que declara los rasgos del lector y es también un mapa del mundo. Ello debe ocurrir además de un modo evanescente y modesto, casi a despecho del autor; éste debe aparecer ignorante de todo simbolismo". Otras Inquisiciones
http://www.konvergencias.net/escuderoborges.htm

Liliana ha detto...

La cultura vera è invisibile. Ha a che fare con la vita di tutti i giorni, non con l’evento teatrale, con la musichetta o altro. La cultura vera è il modo con cui esci di casa, come prendi l’autobus, come saluti il tuo vicino. Certo, anche andare a vedere una cosa bella. Ma da noi contano solo gli eventi eccezionali, che servono a chi li fa, una specie di baraonda. La cultura è un’altra cosa, è un modo di essere, un modo di vivere. PC